Fitoterapia

La fitoterapia è una delle pratiche terapeutiche più usate al mondo, comune a tutte le culture e le popolazioni sin dalla preistoria, che prevede l’utilizzo di piante o estratti di piante per la cura delle malattie o per il mantenimento del benessere.

La medicina popolare si serve di queste sostanze da tempi immemorabili. Ippocrate (padre della medicina moderna) citava il rimedio come terzo strumento del medico accanto al tocco e alla parola. L’utilizzo terapeutico delle piante si ritrova in tutti i sistemi terapeutici umani, da quelli più antichi e basati su osservazione ed empiria, a quelli più sofisticati e con livelli di complessità teorica elevata, fino alla moderna biomedicina.

La fitoterapia è considerata una medicina complementare nella maggior parte degli stati membri della UE e negli Stati Uniti. In Italia esiste una specifica e severa regolamentazione dei prodotti naturali a tutela del consumatore, per evitare lo sfruttamento promozionale di piante ed erbe delle quali si vantano proprietà terapeutiche non documentate. Il concetto principale per chi si avvicina alla fitoterapia è l’importanza del fitocomplesso. .

Alcuni Prodotti Consigliati

Ogni pianta medicinale ha una sua propria composizione chimica, definita con precisione in questi ultimi anni grazie ad apparecchiature sofisticate. Essa comprende un numero più o meno grande di sostanze chimiche, la maggior parte delle quali dotate di una loro propria attività medicamentosa, mentre alcune sono considerate inerti, ad esempio la cellulosa e il lignine.

Prese tutte assieme formano appunto quello che si definisce fitocomplesso. Esso nella sua globalità è il responsabile delle proprietà salutari di una pianta medicinale. Proprio questo concetto ci spiega perché ogni pianta possiede un’azione medicamentosa considerata predominante e altre azioni dette secondarie, talvolta anche assai diverse da quella principale. Ecco perché i prodotti Fitosystem, oltre a svolgere la funzione specifica per la quale sono formulati curano anche disturbi complementari e secondari.

Il fitocomplesso, inoltre, è il principale responsabile della tollerabilità di questi rimedi, che in genere è ottima. Questo concetto è assai diverso da quello che regola il settore dei farmaci tradizionali, nel quale si mette l’accento sul principio attivo singolo e sulle sue potenzialità terapeutiche, poiché il farmaco di sintesi deve in genere la sua azione ad una sola molecola, essendo gli altri suoi componenti rappresentati da eccipienti inerti.